SCRIVI

PARE CHE SIANO GIORNI DI FESTA
ma gli Amici Animali continuano ad essere uccisi nei modi più orribili senza che a nessuno o quasi importi nulla.
La gente soffre e sta male a causa dell’orgoglio degli altri (è quello alla base di ogni male: l’ io sono più e meglio che ammazza ogni sentimento).
C’è dolore in ogni dove e quelle che alcuini credono essere gioie sono purtroppo e spesso false allegrie.
E allora? Ci mettiamo in gramaglie e piangiamo fino alla fine dei giorni le sventure del mondo?
Giammai (lo so che è una frase arcaica, ma suona così bene…)
E quindi se si deve festeggiare, festeggiamo al prossimo istante che grazie anche al nostro contributo potrà essere migliore.
Certo, non possiamo cambiare il mondo, siamo in fondo formichine con un unico chicco di grano sulla schiena.
Ma sono i nostri chicchini di grano che riempiono i silos e rendono piena la dispensa…
A TUTTI I PORTATORI DI CHICCHO DI GRANO, ALLORA, BUONE FESTE E BUONA VITA.
agli altri no. Non è mica detto che ‘a Natale’ sia obbilgatorio essere più buoni.
Dovrebbe essere obbligatorio, esserlo sempre…